Risposte pratiche oracolari

Oracolo personale

Nell'antichità si pensava che il responso degli Oracoli provenisse dal Divino Creatore di tutte le cose, oppure dagli Dei, altri invece pensavano che a rispondere fosse la "parte Divina" che è in ogni essere umano.

Comunque sia, noi possiamo aggiungere, dopo decenni di piccole esperienze, che il Divino Autore dei responsi reagisce in un modo o nell'altro secondo la sincerita' e l'onesta' che stanno alla base della nostra vita.

Infatti, come il lettore potra' poi constatare, più è forte la nostra onesta' nei pensieri, nelle parole, nei comportamenti verso gli altri, piu' precisa sara' la risposta e la nostra possibilità di interpretarla nel giusto modo: quasi che l'onesta' e la nostra chiarezza interiore fossero collegate tra loro per formare un tutt'uno con l'Autore del responso.

Quindi, per poter avere un rapporto giusto, costante e proficuo con l'Oracolo sarebbe utile, fin dall'inizio, fare a se' stessi una specie di "promessa" nel voler cercare di mantenere d'ora in poi il desiderio di essere "onesti" e "sinceri" con se stessi e con gli altri: un compito non facile questo, ma se il nostro impegno, oltre ad essere formulato, viene anche messo in pratica il piu' possibile, non solo le risposte dell'Oracolo saranno sempre giuste ed interpretate nel giusto modo, ma l'Oracolo stesso verra' sempre in nostro aiuto per confortarci nei momenti difficili che a volte l'esistenza ci riserva.

Le domande che possiamo rivolgere all'Oracolo possono essere di qualsiasi genere, ma le nostre intenzioni non devono nascondere delle "ambiguita'" perche' in questo caso potremmo non ricevere risposte sensate con il rischio di confondere la nostra mente.

Questo Oracolo è di grande aiuto per venire a sapere quale dovrà essere il nostro giusto comportamento verso questo o quel problema che la vita ci pone attraverso i nostri desideri o nei rapporti cogli altri, e poi anche per poter chiarire tutte quelle idee, contenuti, filosofie che ci vengono propinate di continuo sulle quali non abbiamo la possibilità di alcun controllo.

Infatti, non bisogna mai credere ciecamente, ma bisogna sempre fare un tentativo, anche se piccolo, di indagare su quanto dovremmo credere per stabilire poi la sua sincerita' e il suo valore.

Questa "prova del nove" la dobbiamo attuare anche nei riguardi dell'Oracolo stesso, prima di accettarlo o rifiutarlo senza aver constatato il suo valore.

I novanta numeri che costituiscono questo Oracolo, si riferiscono al fatto che in molte famiglie esiste il gioco della tombola provvisto di un sacchetto con i numeretti.

Chi non li possiede , può sempre ritagliarli da un cartoncino dopo averlo diviso in tanti quadretti sui quali scriveremo un numero (importante e' che ciascun quadretto di cartone non abbia alcun difetto materiale per evitare alla mente di riconoscere al tatto l'eventuale risposta ed evitare di estrarla se essa non le fa comodo).

Ognuno può costruirsi questo tipo di Oracolo anche usando un numero minore o maggiore di "Risposte": l'importante è che nell'insieme esse contengano un numero (più o meno uguale) di risposte positive, negative, ed anche neutre perché non sempre i nostri desideri e problemi si possono risolvere con un "si" o con un "no".

Per consultare l'Oracolo dobbiamo fare una domanda che sia la più semplice possibile in modo che si possa avere una sola risposta.

Dunque," PROVARE PER CREDERE"

Clicca qui per l'oracolo personale
(semplice e ottimo per risposte immediate)

Clicca qui per l'oracolo della semina
 (eccezionale, richiede più pratica, ma dà risposte più profonde)




  1. TuttoYoga (torna alla pagina principale)

© Copyright TuttoYoga.com